Abbiamo già parlato nell’articolo precedente delle app per organizzare videoconferenze ora spostiamo la nostra attenzione alle app per organizzare il nostro lavoro quotidiano.

Ecco una lista delle migliori trovate in rete:

Trello: Trello ti permette di creare delle task su di una bacheca virtuale, come se avessi una lavagna con tante puntine colorate e Post-it da poter attaccare. L’interfaccia è molto semplice e anche aprire l’account non è da meno. Sul sito puoi iscriverti gratuitamente ed è un ottimo tool per chiunque abbia bisogno di organizzazione sia professionale che nella vita privata, che sia una persona o un team. Utile quindi per il lavoro e per compiti più easy come la lista della spesa.

Update: Il popolare tool di project management ora mette a disposizione template gratuiti per aiutarci a gestire le attività di business.

Remember the Milk: è un tool che ti aiuta ad organizzare efficacemente il lavoro ed il tempo. Oltre ad avere un nome simpaticissimo è anche uno strumento gratuito. Semplice da usare, basta collegarsi al sito, registrarsi e creare il proprio account.

Nel tuo profilo avrai a disposizione 3 liste:

Attività: per inserire tutte le cose che vorrai svolgere entro la giornata;

Cassaforte: per annotare tutte le cose da fare a breve;

Dream Catcher: per memorizzare tutte le cose da fare prima o poi; ottimo per annotare tutto quello che ti passa per la testa.

Remember the Milk permette la condivisione di queste liste con altre persone, che possono essere amici, collaboratori. In questo modo puoi avere sotto controllo qualsiasi situazione quotidiana o lavorare contemporaneamente su di un progetto.

Nowdothis: Sfondo bianco, niente distrazioni, una sola attività. E fino a che non porti a termine quella non si va avanti! Semplice e minimalista, serve per focalizzarsi su un’attività e non procrastinare, è il suo unico scopo e se lo inizi ad utilizzare diventerà anche il tuo.

Nowdothis potrebbe essere la svolta per chi non riesce a rimanere concentrato su una sola attività.

Google Task: Tool per chi non vuole cercare troppo in giro ed è molto affezionato a Big G. Lo strumento è un gadget che si trova all’interno di strumenti come Gmail, Google Calendar e iGoogle.

Un semplice organizer con lista dove inserire le attività che possono essere datate e trasferite automaticamente sul calendar, una volta completate basta cliccare il check, un quadratino bianco vicino alla task e questa sparisce lasciando spazio alle nuove.

Keep: Una sorta di Post – it virtuale, sempre a portata di mano. È uno strumento di Google, l’ho scoperto trovandolo già tra le app del mio telefono perché di default, da lì è stato amore a prima vista.

Puoi scrivere, annotare, salvare link e note vocali, scattare foto o sceglierle dalla galleria e addirittura disegnare! Insomma puoi tenere traccia di qualsiasi cosa tu voglia in qualunque modo tu preferisca farlo.

È sincronizzato con Calendar e ogni volta che aggiungi un promemoria su Keep viene automaticamente inserito anche sul tuo calendario personale.

Keep è ottimo per lavorare in team: puoi invitare i collaboratori inserendo l’indirizzo email e gestire i tuoi progetti con etichette colorate. Hai infiniti foglietti bianchi per condividere e annotare tutto quello di cui hai bisogno.

Evernote: è il tool per organizzare il lavoro che fa per te perché permette di salvare ritagli di articoli o testi interi direttamente dal tuo telefono o tablet grazie alla sua estensione Web Clipper che puoi installare direttamente dai gadget di Google. Automaticamente la parte che ti interessa viene salvata e sincronizzata con il tuo account Evernote.

Quando tornerai poi al lavoro ti basterà aprire il tuo account e ritrovare sulla dashboard tutte le cose che ritenevi ispirazionali e interessanti a portata di mano.

Google Calendar: consente di invitare altre persone e condividere con loro un’agenda soltanto o più di una; questa è una funzione utilissima e fondamentale per chi lavora da remoto ed in smart working e sta lavorando ad un progetto insieme ad altri che magari non sono tutti nello stesso luogo. I calendari possono rimanere privati o resi pubblici e puoi assegnargli vari tipi di permesso.

Calendar può essere sincronizzato con altri prodotti Google, ad esempio l’integrazione con Gmail è una cosa utile perché sei in grado di gestire la tua agenda, inviti e impegni direttamente dalla posta elettronica, invitando collaboratori, amici, clienti attraverso il semplice inserimento di un indirizzo mail e il tutto verrà salvato sul tuo calendar e condiviso con l’altra persona. È gestibile da ogni piattaforma e da ogni device.