Il piccolo imprenditore sente il bisogno di attrarre le persone giuste nella sua azienda.

 

Per un’azienda di modeste dimensioni attrarre talenti sta diventando un problema, perché? 

  1. Perché le multinazionali e le grandi aziende stanno applicando una politica di attrazione di talenti all’interno stesso delle facoltà e degli istituti tecnici;
  2. Perché all’interno delle grandi aziende oltre ai premi incentivanti si è fatto spazio alle politiche welfare che curano il benessere dei dipendenti;
  3. Perché a volte si associa il brand sul mercato alla stabilità dell’azienda, o meglio, più l’azienda è conosciuta più un giovane la reputa stabile e sicura.
  4. Inoltre, all’interno di grandi aziende strutturate il più delle volte si accolgono i neo dipendenti con programmi di formazione e accostando un tutor aziendale che può spiegargli meglio le operazioni da fare.

 

“Eppur vero che gli imprenditori, soprattutto delle piccole e medie imprese, hanno intuito che attrarre un talento è fondamentale, infatti, essendo di modeste dimensioni il contributo di ogni dipendente è il valore aggiunto per competere sul mercato.”

 

Allora come una PMI può diventare attrattiva? Magari senza spendere una fortuna.

La nostra ricetta contiene quattro elementi fondamentali ma non esaustivi.

 

ORGANIZZAZIONE E STRUTTURA

Sembra ovvio ma non è così. Molte aziende sono ancora “branchi” e non hanno una struttura definita, questo elemento nuoce gravemente all’attrazione di nuove risorse ambiziose che preferiscono aziende con una struttura ben definita.

L’organizzazione e la stesura di una struttura comporta innumerevoli benefici infatti basta consultare la nostra pagina digitando il link seguente per scoprire quali –> Benefici di una sana organizzazione

 

ANTICIPARE LA CONCORRENZA

Per il vostro gruppo sono fondamentali delle figure?

Questi sono solo alcuni esempi:

  • Azienda di servizi –>Agenti
  • Officina di costruzione metalmeccanica –>Tecnici o operai
  • Azienda Retail –> addetta alle vendite 
  • Azienda dell’ICT –> neolaureati in informatica

Anticipate la concorrenza e scegliete le nuove leve direttamente negli istituti scolastici o dopo un corso di formazione, incaricate le Agenzie per il lavoro o un professionista HR, non solo per le selezioni puntuali, ma di scoprire “un bacino” di potenziali candidati.

 

DOTARSI DI UN BENCHMARK RETRIBUITO

Con il termine di benchmark retributivo si intende una metodologia basata sul confronto sistematico della retribuzione che permette alle aziende che lo applicano di compararsi con le altre del settore o dell’ambito per cui lavorano e soprattutto di apprendere le soluzioni adottate dai competitors.

Il complesso della retribuzione per ogni posizione dipende da molteplici fattori: responsabilità assegnate, posizione dell’organigramma, esperienza, area geografica, politica retributiva e strategia di gestione delle risorse umane complessiva.

Infatti per attirare talenti e far scegliere la vostra azienda come l’ambiente ideale in cui dare se stessi e contribuire al successo del gruppo non basta applicare il giusto CCNL ma adoperarsi per premiare i migliori.

 

DECIDERE IN FRETTA

Non bisogna aspettare, quante volte in situazioni di improvvisa necessità (richieste dal management, dimissioni improvvise di persone fondamentali, richieste dalla produzione o dalla direzione commerciale di nuove risorse, etc.) vi è capitato di prendere la soluzione più veloce ma meno economica e ponderata?

Quindi meglio adoperarsi subito sulla base dei nostri consigli e personalizzando a seconda delle richieste del vostro gruppo.

 

Un aiuto che possiamo offrire noi di People&Numbers ai nostri lettori, è Preventivi HR, un semplice form che aiuta a scegliere il partner e la soluzione ideale per la tua azienda.

Basta compilare il form e i nostri partner saranno pronti ad ascoltare le tue esigenze e proporti la migliore soluzione.