Molte aziende stanno sperimentando una struttura meno gerarchica.

C’è chi lo fa per scelta.

Chi per moda.

Chi per necessità.

 

Tralasciando il motivo che può essere condivisibile o meno, questo tipo di organizzazione prevede la formazione di diversi team.

 

 

Tornando a noi, per formare un team ed essendo specialisti di personale ed organizzazione, dobbiamo decidere:

  • La numerosità
  • Le caratteristiche individuali dei membri
  • I ruoli

 

Riguardo alla numerosità dei membri, studi scientifici, hanno verificato che il team non dovrebbe essere formato da non meno di cinque e non più di nove membri, quindi un intervallo tra questi due limiti rappresenta una giusta misura.

All’aumentare del numero di membri aumenta la difficoltà di gestione dei processi di interazione.

Questo numero è bene stabilirlo dall’inizio, onde evitare che all’aumentare del numero di persone del team nelle fasi finali di un progetto tende ad accrescere il ritardo nella conclusione del progetto anziché diminuirlo.

 

Le caratteristiche individuali dei membri sono una componente fondamentale nella composizione del team poiché rappresentano l’insieme delle potenziali risorse cognitive da cui il gruppo può attingere per raggiungere il proprio obiettivo.

Per tale motivo. Le caratteristiche dell’individuo possono essere osservate principalmente da due punti di vista, le competenze e le caratteristiche della personalità.

Dal punto di vista delle competenze il team deve avere al proprio interno il portafoglio idealedi competenze necessarie per raggiungere il proprio obiettivo.

Da un lato è di aiuto anche caratteristiche personali come un alto livello di coscienziosità, apertura mentale e ascolto attivo.

 

Il ruolo, infine, costituisce un’aspettativa di comportamento che i membri del team nutrono nei confronti di ciascuno dei membri del team stesso.

La definizione di ruolo è un’attività fondamentale poiché fornisce i punti di riferimento relativi alle varie tipologie di attività svolte.

 

Infine, non è stato elencato volontariamente è lo status.

Quando le persone entrano in un gruppo immediatamente cercano di comprendere quale sia il loro status all’interno del team e quale è lo status degli altri membri del team.

Quando c’è una netta differenza di status può impattare negativamente sulla fluidità della comunicazione o sul bilanciamento dei contributi.

Un team con elevata differenza di status (data dai fattori come l’esperienza, l’anzianità, la competenza) può tendere ad essere meno coeso poiché i membri non si sentono parte della stessa squadra.