Le persone che operano in un’organizzazione sono addestrate per poter svolgere al meglio le responsabilità connesse alla propria mansione.

Può capitare che ad alcune risorse dell’organizzazione a cui sono stati assegnati compiti specifici, non posseggono la necessaria ampiezza per poi comprendere come il proprio singolo lavoro si inserisca in un quadro aziendale più complesso. Ed inoltre, si rischia di non riuscire a trasferire la comprensione generale del sistema organizzativo a ciò che concretamente si sta facendo.

Molti lavori richiedono un livello di disponibilità degli altri a co operare, stabilendo insieme priorità e azioni, e a trovare soluzioni condivise di remunerazione, di carriera, di potere, di autonomia.

A questo punto è giusto proporre l’importanza di avere una struttura organizzativa che definisce i livelli attraverso i quali gli attori organizzativi (persone e gruppi di persone) si interfacciano per realizzare gli obiettivi della propria azienda.

 

Quali sono i parametri per misurare il livello di sofisticazione organizzativa?

I parametri da considerare sono l’efficienza, cioè il rapporto tra risultati prodotti e risorse impegnate e l’efficacia cioè il rapporto tra i risultati raggiunti e gli obiettivi designati.

 

Negli articoli collegati sono descritti i tre approcci per riorganizzare le proprie risorse in modo performante e come creare una rete di vendita performante.

 

 

E se invece il problema risultasse la mia rete vendita o l’organizzazione dei miei commerciali?