In tanti si stanno attrezzando per lo smart working, il telelavoro da condurre da casa o da dovunque si voglia. E non lavoro qualsiasi ma quello che viene definito come “smart working” appunto, ossia lavoro intelligente. Intelligente perché non inquina (evita gli spostamenti casa-ufficio) e permette di lavorare con estrema flessibilità, a qualsiasi latitudine e in ogni condizione.

Oggi se ne sente parlare sempre di più perché l’allerta coronavirus l’ha reso necessario come alternativa alla realtà aziendale tradizionalmente intesa, per scongiurare e limitare al massimo il contagio.

 

L’art. 2, c. 1, lett. r) del DPCM 8 marzo 2020, avente validità fino al 3 aprile 2020, prevede la possibilità per i datori di lavoro – fino al termine dell’emergenza – di attivare la modalità di lavoro agile (c.d. “smart working”) sull’intero territorio nazionale ad ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle disposizioni in materia, anche senza dover sottoscrivere un accordo scritto con il dipendente.

La finalità di semplificazione viene perseguita anche mediante la possibilità di adempiere in via telematica all’obbligo di rendere l’informativa sui rischi per la salute e sicurezza del lavoro, anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell’INAIL.

A parte tale semplificazione, resta tuttavia ferma la necessità di rispettare tutte le norme che regolano il lavoro agile, come in materia di orario di lavoro, utilizzo degli strumenti telematici, esercizio del potere organizzativo e di controllo, etc.

 

Perché non scegliere lo smart working

Non bisogna illudersi. Non è tutto oro quel che luccica. Lo smart working comporta qualche rinuncia e qualche piccolo sacrificio. Ovviamente non siamo tutti uguali e non tutti andremo incontro agli stessi problemi, ma qualche elemento in comune possiamo sicuramente trovarlo:

si lavora di più: essere a casa ci spinge a continuare oltre il normale orario perché tanto non dovete tornare alla vostra abitazione, ci siete già;

lavorate nello stesso ambiente in cui vivete e, alla lunga, potrebbe portarvi ad odiarlo, a vederlo come un luogo dove faticate e non vi rilassate mai;

l’interazione con il team di lavoro è più bassa.

 

Per attrezzarsi al meglio e lavorare a distanza in maniera comoda e intelligente, ecco i must have che cambiano la vita. E il lavoro.

 

HolyHigh Cuffie Bluetooth Senza Fili Over Ear Cancellazione Attiva del Rumore ANC

Cuffie auricolari con cancellazione del rumore (ANC)

Le cuffie con cancellazione del rumore possono essere considerate tra le meraviglie tecnologiche contemporanee considerando i risultati che riescono ad ottenere. Principalmente la tecnologia ANC è sempre più diffusa negli auricolari, soprattutto dopo che gli ultimi modelli hanno imposto dei nuovi standard.

Voler acquistare delle cuffie con cancellazione del rumore significa anche essere disposti a pagare qualcosa di più rispetto a modelli di pari caratteristiche ma senza tecnologia di questo tipo.

Questo gadget è un must have per lavorare da casa o fuori ufficio

Abbiamo pensato di proporvi un modello per rapporto qualità-prezzo secondo noi ottimo con tutte le caratteristiche pensate per lo smartworker o il freelance

HolyHigh Cuffie Bluetooth Senza Fili Over Ear Cancellazione Attiva del Rumore ANC Auricolari Bluetooth 5.0 HiFi con Microfono Protezioni Earpads 20 Ore Playtime 3.5mm Cavo Audio per TV PC Telefono

 

 

Lavolta - Vassoio pieghevole per computer portatile con mousepad e 2 ventole, in lega d'alluminio, gambe regolabili nero

Supporto pc portatile o alza monitor 

Dipende se sulla nostra scrivania abbiamo un portatile o un pc fisso, il problema della postura corretta al pc non cambia quindi è fondamentale avere dei supporti che ci aiutano a lavorare correttamente.

È perciò importante non trascurare alcune accortezze che d’altro canto costano davvero poco rispetto ai benefici per il nostro apparato muscolo scheletrico.

Un prodotto che abbiamo trovato in rete che ci ha stupito è la tavola Lavolta per laptop che oltre ai benefici fisici contribuisce proprio anche a ridurre la temperatura operativa del portatile, favorendo la circolazione del flusso d’aria intorno. Questa tavola diventa anche un vero e proprio tavolino d’appoggio, pratico in ogni angolo e nei diversi ambienti, grazie all’estensione delle gambe dalle articolazioni regolabili e auto bloccanti che ruotano a 360 gradi. Inoltre a scomparsa si trova anche un piccolo piano d’appoggio pensato per poter muovere il mouse, quando si sceglie di utilizzarlo.

Questo supporto è versatile perché può assumere diverse posizioni e funzioni: supporto sulla scrivania, se leggermente inclinato come un leggio, tavola sorreggi pc da appoggiare sulle gambe quando si è seduti, magari in viaggio o tavolino al bisogno.

Lavolta – Vassoio pieghevole per computer portatile con mousepad e 2 ventole, in lega d’alluminio, gambe regolabili nero

 

Kikka Active Chair

Sitting ball o palla da seduta

Abbiamo scelto la Kikka Active Chair per lo smartworker perché crediamo che sia allo stesso tempo una seduta comoda e salutare senza sacrificare l’estetica.

C’è un’ampia gamma in rete di queste sedute innovative che si adattano molto bene a diversi stili di arredamento e inoltre sono un ottimo elemento decorativo per qualsiasi casa.

Ecco il nostro suggerimento una vera chicca da mostrare agli amici.

Kikka Active Chair  – Sedia ergonomica con Pallone Gonfiabile

 

Crediamo che oltre che stupendi questi gadget siano davvero utili a sostenere ore intense a lavoro senza trascurare il nostro benessere.