“Le PMI sono la spina dorsale dell’Italia. Il nostro sistema produttivo è un unicum in tutta Europa, è costituito da una miriade di piccole e medie imprese che negli anni della crisi hanno saputo resistere, usare creatività, innovazione e tecnologia, portando il Paese fuori dalla palude e creando innumerevoli posti di lavoro”. (Luigi Di Maio )

 

Incentivi.gov.it. Vademecum ragionato degli incentivi per lo sviluppo

Il documento, aggiornato periodicamente, raccoglie tutte le misure incentivanti a sostegno delle imprese, delle start-up, nonché dei cittadini, ed è frutto della collaborazione che, oltre al Ministero del Lavoro e al Ministero dello Sviluppo economico, coinvolge Invitalia, ANPAL, Agenzia delle Entrate, Cassa Depositi e Prestiti, ENEA, GSE, Finest, INPS, ICE, Unioncamere, Sace, Simest e SofiCOOP.

Rientra nell’ambito del portale istituzionale nel quale vengono descritte le stesse misure, al fine di assicurare la consultazione in un solo luogo virtuale di tutte le informazioni già raccolte in 14 siti web di diverse strutture.

Sono quindi proposte schede sintetiche che sistematizzano in un unico ambito tutti gli incentivi, suddivisi per tipologia di beneficiari.

Le misure riguardano, tra le altre, l’avvio di una nuova impresa, gli investimenti in innovazione, negli impianti, nella formazione, nella ricerca e sviluppo, sgravi fiscali nonché agevolazioni per le nuove assunzioni. Viene inoltre dato conto del Reddito di cittadinanza (RdC), quale sussidio in denaro destinato a tutti i residenti in Italia con un patrimonio al di sotto della soglia di povertà, pari a 780 euro.

Il documento è possibile scaricarlo qui.